Dalla “Siluro” da record ai modelli amati dalle star e non solo

Vespa: seduzione senza fine

foto © toBE – Inside Luxury

Russell Crowe viaggia su una GranTurismo, così come Leonardo DiCaprio. Un altro attore, Mickey Rourke, è stato più volte fotografato a Los Angeles in sella alla sua Vespa. Per non parlare di Sarah Jessika Parker o di Gwyneth Paltrow. Ma anche del campione di golf Tiger Woods, dei cantati Jamiroquai, Simon Lebon, PuffDiddy o Antony Kieds dei Red Hot Chili Peppers. E che dire dei nostri Fiorello, Nanni Moretti o Alessandro Gassman?

La Vespa unisce da oltre 65 anni – il primo modello è del 1946 – ogni tipo di persona e personaggio. Famoso o meno, è lei che rende unica l’abbinata conducente-mezzo. E poco importa se sia originale in ogni sua componente, modificata con una sella in pelle Louis Vuitton (in basso a sinistra), utilizzata durante la guerra d’Algeria paracadutata dal cielo, con due o addirittura quattro ruote, con i pedali, con gli sci e gli scarponi!

foto © toBE – Inside Luxury

25° Raduno Internazionale Registro Storico
Oltre 200 appassionati si sono dati appuntamento nell’ultimo fine settimana al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano. Tantissimi gli equipaggi italiani, ma anche dai più lontani Belgio e Germania. Sfilata e momenti conviviali al museo, parate nel centro della città, una bella mostra aperta fino al 15 luglio e tanto entusiasmo.

Il 1946: Vespa 98cc
Enrico Piaggio e Corradino D’Ascanio danno vita alla Vespa. Il primo è il figlio del fondatore Rinaldo – che ha resto grande Piaggio nei decenni precedenti – il secondo è un ingegnere aeronautico che non ama particolarmente le classiche motociclette.
Dopo il prototipo “Paperino”, arriva la prima Vespa. È il 1946. Monta un motore da 98 cc e costa 55mila e 61mila lire a seconda dell’allestimento.

foto © toBE – Inside Luxury

Il mito: oltre 17 milioni di pezzi
L’anno successivo è la volta della Vespa 125. Il primo anno escono dagli stabilimenti 2.484 scooter, due anni dopo sono già 19.822. Nel 1953 nascono i Vespa Club e la Piaggio affronta il mercato internazionale. Il successo dura ancora oggi – tra modelli moderni e ancora classici con marce e leva del freno posteriore azionata con il piede – con oltre 17 milioni di unità prodotte nel mondo.
Una vera storia italiana, di quelle belle e concrete, da raccontare e prendere ad esempio… (FI)


intramontabile-vespa-in-passerella-a-milano-200-modelli-storici23758
10067

Leggi anche
Yamaha MT-10: the dark side of Japan
Yamaha FJR 1300 si è rifatta il trucco
XSR700, il nuovo scrambler Yamaha
L'importante è che sia dark!
BMW S 1000 XR e F 800 R
Azimut Grande 95 RPH, doppio premio




?>